Agriturismo il Ginepro - Sole, Mare, Natura e Relax...

Penisola del Sinis

Storia


Nei pressi di San Vero Milis è situato il complesso nuragico di Su Uraki, dove sono state ritrovate alcune tombe risalenti a quel periodo. Le statuette rinvenute dai corredi funerari testimoniano il culto del dio Toro e della dea Madre. Nel territorio sono inoltre presenti molti siti dell’epoca prenuragica.

L’arrivo dei Fenici sull’isola portò alla fondazione della città di Tharros che, in seguito, passò sotto il dominio dei cartaginesi prima e dei romani poi. Con la conquista spagnola ebbe inizio il periodo di edificazione delle torri costiere, che dovevano servire ad arginare le incursioni barbaresche.

All’inizio del XX secolo ebbero inizio i lavori per la bonifica delle paludi, che consentirono di utilizzare le terre bonificate per l’agricoltura specializzata.

Natura


Le Saline, specialmente la Salina di Sale Porcus, sono l’habitat ideale dei fenicotteri rosa, le acque sono popolate da una varietà di fauna marina. Le rocce sono occupate da aragoste, astici e cicale di mare.

Sono presenti anche molte specie di pesci, come le corvine, le murene, le cernie, i gronghi, i barracuda ed i saraghi. Lungo le pareti della Secca di Mezzo sono ancorati i coralli e una particolare ascidia dal colore giallo. Nelle acque del nostro mare è spesso possibile avvistare anche delfini.

 

Non solo mare…

Lungo la costa e possibile seguire numerosi percorsi naturalistici che permettono di apprezzare la varietà del paesaggio della penisola del Sinis. I percorsi si articolano dalle falesie di Capo San Marco fino alle spiagge quarzifere raggiungibili proseguendo verso nord.

A meno di 5 Km:
[wp-blogroll showdesc=1 showbrk=1]
 

Per maggiori informazioni consultare:
Costa del Sinis - Sardegna