Agriturismo il Ginepro - Sole, Mare, Natura e Relax...

Orune: storia tradizioni e festività

Il paese è ricco di boschi e di splendidi panorami naturali. Si registra nel territorio la presenza umana già in epoca neolitica, lo dimostrano i Dolmen di Isthiti e la non lontana Tomba dei Giganti, i Menhir e Sas Predas’ Ittas. Il territorio si distingue sopratutto per le fonti e i pozzi templari, come quello di Lorana, la fonte templare di Su Lidone e quello di Su Tempiesu risalente al 1200 a.C., costituito da una piccola camera a tholos, con quattro gradini, un atrio con sedili, sovrastato da una costruzione triangolare in trachite. 

 

Nel centro del paese si erge l’elegante casa Murgia, un palazzetto patrizio dei primi anni del Novecento con pregevoli linee architettoniche. All’esterno è presente un giardino con un pozzo e un mulino artigianale in legno. Nel paese sono particolarmente rinomate le attività artigianali, la lavorazione del sughero, la tessitura di tappeti e la confezione dell’abito tradizionale. Il vestito femminile è ornato da un corpetto ricamato in panno rosso. Il paese si accende dei colori della festa il 3 febbraio, giorno di “Santu Biasu”, il primo lunedì di agosto, in cui si festeggia “Nostra signora di Su Cossolu”, mentre l’ultima domenica di agosto ricorre la festa di “Su Carmini”. Particolarmente atteso è il rito di “Sas animas”, la sera del 2 novembre i bambini si recano di casa in casa domandando, per il rito della questua alimentare, frutti e dolci di stagione.

 

In occasione di Autunno in Barbagia è possibile per i visitatori godere delle bellezze naturalistiche, artistiche ed enogatronomiche fra le quali: il pane carasau, il pane frattau, la carne di pecora bollita con patate e cipolle, carne di porchetto arrosto, agnello e capretto, la pasta fatta in casa: Maccarrones de unu Poddiche, Maccarrones Lados e de Arrittu, insaccati vari confezionati in casa e la grande varietà dei dolci tradizionali quali Seadas, Casadinas, Montecadas, Cupulettas, Papassinos, Guelfos, Amarettos e S’ Aranzada.

______________________________________

Consulta la locandina file [file. PDF]

Orune: storia tradizioni e festività

ST

Taggato come:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.