Agriturismo il Ginepro - Sole, Mare, Natura e Relax...

Oristano – “Una borsa così pittoresca”

Giovedì 25 ottobre 2012

Ore 20:30 – via Sebastiano Mele 5/b Oristano

Hanife Ana teatro jazz presenta  “Una borsa così pittoresca” – omaggio alle donne di Antonio Gramsci di e con con Savina Dolores Massa (voce narrante), Marta Loddo (vocalist)

Dalla pagina FB di Hanife Ana teatro Jazz

“Una borsa così pittoresca”

Da una frase che Antonio Gramsci pronunciò un giorno alla bellissima moglie Julca – russa, violinista – parte l’intero testo di Savina Dolores Massa, liberamente tratto dalle lettere che il pensatore sardo e le sue donne si scambiarono durante il periodo di prigionia che Gramsci, ma non solo, subì. Quattro stanze simboliche ospitano quattro donne: Peppina, la madre; Julka, la moglie; Teresina, la sorella; Tatiana, la cognata. La prigionia è vissuta da tutte le quattro donne, costrette a un dolore-gabbia che segnerà per sempre le loro vite. La madre Peppina nasconde se stessa al giudizio della comunità, ma dedicherà gli ultimi anni della propria vita solo al conforto del figlio incarcerato, macerandosi nella disperazione per una condanna a “Vent’anni, quattro mesi e cinque giorni” che, per i suoi molti anni, decretano l’impossibilità di rivedere il figlio, come infatti accadrà. Julka, dalla lontana Russia, incapace di trasmettere forza al compagno, vive lunghi periodi di depressione, vergognandosene impotente, china al giudizio spesso impietoso di Gramsci. Teresina, oltre al ruolo di assistere la madre, prova a distrarre il fratello, conducendo la memoria di lui e la propria, verso il comune periodo della fanciullezza. L’ultima, Tatiana, che visse come un’eco della voce di Julka, soffrendone ma decidendo di stare in ogni caso accanto a Gramsci fino all’ultimo istante. Figure di donne, alle quali non vengono intitolate strade, quasi contorno alla potenza della figura maschile.

Dentro le quattro stanze di questo spettacolo si alternano le voci di Savina Dolores Massa e di Marta Loddo. La prima narra i vissuti spaventosi di esistenze femminili pronte al sacrificio personale in nome dell’amore, la seconda canta, urla, piange le loro anime di uccelli rimasti per sempre solo di carta.



consulenza linguistica Tellan


Related Posts:

Oristano – “Una borsa così pittoresca”
http://www.enjoyoristano.it/oristano-una-borsa-cosi-pittoresca/
http://www.enjoyoristano.it/feed
enjoyoristano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.